Home Notizie Cibarsi di diversità 2 Luglio Forte Marghera. Il Triangolo del Nord, America Centrale.
Cibarsi di diversità 2 Luglio Forte Marghera. Il Triangolo del Nord, America Centrale.

Cibarsi di diversità 2 Luglio Forte Marghera. Il Triangolo del Nord, America Centrale.

0

Il diritto umano di vivere in pace e l’accesso alla terra nel Triangolo del Nord: Guatemala, Honduras el Salvador. Un dialogo con Marta Benavides

Marta Benavides nata e cresciuta nel Salvador, continua a vivere nel suo paese e lavorare come biologa, teologa, educatrice, permaculturista, ecologista. Marta è una delle attiviste sopravvissute tra il gruppo originale di avvocati di pace e diritti umani, che cominciò il suo lavoro durante il 1970 nel clima di repressione crescente. Marta Benavides lavora sulla trasformazione sociale attraverso la cultura di pace e l’apprendimento continuo, è una delle delegata che segue i processi  a livello delle Nazioni Unite e UNESCO come una donna parte di caucus per i valori di pace e sostenibilità.

Marta seguirà il processo delle Nazioni Unite che si terrà a New York il 19 Settembre di quest’anno per cercare un nuovo accordo per i rifugiati, i migranti e le società , un accordo che indirizza le ragioni per le quali interi popoli necessitano di lasciare casa, che provveda ad un passaggio sicuro e allo stesso tempo a proteggere i loro diritti fondamentali; un accordo in cui le persone disperse, rifugiati e migranti possano preservare la loro famiglia unita, costruire nuove vite e accedere ai loro diritti fondamentali senza discriminazioni; un patto per costruire società inclusive e diverse senza xenofobia e razzismo capaci di accogliere i nuovi arrivati e lottare con loro [1], Questo Summit partirà dalla convenzione per i rifugiati del 1951, scritta in occasione di una simile dislocazione di vite umane alla stessa scala rispetto a quello che stiamo vivendo ai  giorni nostri.

Marta svilupperà un tema specifico per l’incontro “Cibarsi di diversità”: come il diritto umano di vivere in pace sia connesso con l’accesso alla terra e il controllo delle comunità sulle trasformazioni del proprio territorio. Nello specifico vedremo dettagliatamente la questione dell’acqua e lo sfruttamento delle risorse che prende luogo nel Triangolo del Nord: Guatemala, Honduras e El Salvador, territori che furono colpiti da guerre civili nel 1980, che hanno lasciato un’eredità di violenza e di fragili istituzioni.

Ascolteremo la voce di Marta Benavides rispetto  ai processi in corso nel Salvador e Porto Rico: come i trattati finanziari sfruttano terra e risorse. Per esempio, vedremo come le piantagioni di zucchero di canna, intensificano i processi di deforestazione e conseguentemente di desertificazione.

Marta sostiene che per raggiungere la sicurezza alimentare deve essere garantita la sovranità sul cibo nel qui ed ora e per le future generazioni: ciò significa controllo su i nostri territori per sfamare prima le nostre comunità e mettere fine alle dipendenze indotte da un’economia senza limiti.